La mostra di SAVE FOOD in tour mondiale

This article is available in the following languages:

La mostra SAVE FOOD – che alla sua prima comparsa nell’ambito dell’interpack 2011 informava sulle dimensioni delle perdite mondiali di beni alimentari lungo l’intera catena del valore alimentare – nel 2013 sarà presente anche negli USA in seno alla PROCESS EXPO. Dagli esordi all’interpack 2011, la mostra è stata già esposta in occasione del World Food Day presso la sede principale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) a Roma, così come presso lo specialista di packaging tedesco MULTIVAC.

“Sono felice che la mostra SAVE FOOD riscuota interesse a livello internazionale anche dopo l’interpack 2011. Ciò sottolinea l’importanza di questo tema per le società operanti lungo la catena del valore alimentare e in special modo per il settore del packaging e delle industrie correlate. Con l’iniziativa SAVE FOOD siamo riusciti a sensibilizzare questi stakeholder su di un tema di rilevanza globale”, ha affermato Bernd Jablonowski, Direttore dell’interpack e responsabile di SAVE FOOD presso la Messe Düsseldorf.

Da quanto risulta dalle indagini condotte dalla FAO in merito alle perdite internazionali di beni alimentari, presentate a loro volta nell’ambito dell’interpack 2011, negli USA è soprattutto nelle famiglie che si vengono a sprecare molti generi alimentari. I consumatori nordamericani sono responsabili di circa un quarto delle perdite complessive di prodotti a base di cereali, mentre le perdite causate dai nuclei familiari ad esempio in paesi della regione subsahariana ammontano soltanto all’un percento. Stando ai risultati della FAO, questo schema è tipico dei paesi sviluppati, dove le perdite alimentari si manifestano maggiormente verso la fine della catena del valore piuttosto che in fase di produzione. Oltre ad acquisti più ponderati e un approccio riflessivo nei confronti delle date di scadenza dei cibi, anche i concetti di packaging intelligente possono contribuire ad evitare perdite di beni alimentari sul fronte dei consumatori e dunque a tutelare le risorse. L’impiego di moderne tecnologie d’imballaggio assieme ai relativi processi di produzione, ad esempio, non solo assicura meno perdite in fase produttiva, ma consente anche di prolungare la conservabilità dei prodotti finali. A loro volta, i materiali d’imballaggio di alta tecnologia dotati di funzioni sensoriali possono fornire informazioni sulla freschezza di un prodotto alimentare confezionato.

Quale iniziativa aperta alle imprese, SAVE FOOD si propone di collegare fra loro i protagonisti dell’economia, politica e ricerca. L’obiettivo è quello di stimolare un dialogo costruttivo per giungere all’elaborazione di soluzioni idonee a ridurre le perdite alimentari lungo la catena del valore. Attualmente sono circa 50 le imprese e associazioni ad aver aderito a questo progetto. In collaborazione con il partner FAO, l’attenzione sarà rivolta ad approfondire le cognizioni ancora piuttosto superficiali circa le dimensioni delle perdite mondiali di beni alimentari e ottenere in questo modo saldi presupposti per misure concrete.

Prima dell’appuntamento presso la PROCESS EXPO, che si terrà a Chicago dal 3 al 6 novembre 2013, la mostra SAVE FOOD sarà esposta a Mosca dal 29 gennaio al 1 febbraio 2013 in occasione della fiera del packaging Upakovka/UPAK Italia. Altre scadenze sono attualmente in progetto.

SAVE FOOD:
L’iniziativa SAVE FOOD nasce dalla cooperazione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura e la Messe Düsseldorf GmbH per combattere le perdite mondiali di beni alimentari. SAVE FOOD intende collegare fra loro i protagonisti dell’economia, politica e ricerca, stimolare il dialogo e aiutare ad elaborare soluzioni lungo la catena del valore alimentare. Un ulteriore obiettivo è riuscire a lanciare e promuovere progetti propri di SAVE FOOD con l’appoggio dell’industria. SAVE FOOD è nata nel maggio del 2011 con un congresso internazionale e una mostra nell’ambito di interpack, la principale fiera mondiale del settore del packaging. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito www.save-food.org.

14 maggio 2012


www.save-food.org


Ufficio stampa interpack 2014
Sebastian Pflügge
PflueggeS@messe-duesseldorf.de
Tel.: +49 (0) 211/4560-464
Cathrin Imkampe (assistente)
ImkampeC@messe-duesseldorf.de
Tel.: +49 (0) 211/4560-589
Fax: +49 (0) 211/4560-8548


Press office

Sebastian Pflügge
Phone: +49 (0)211 4560-464
Fax: +49 (0)211 4560-87464
pfluegges@messe-duesseldorf.de

Apostolos Hatzigiannidis
Phone: +49 (0)211 4560-544
Fax: +49 (0)211 4560-87544
hatzigiannidisa@messe-duesseldorf.de